CARSTOS - La cartografia storica della Sardegna

CARSTOS (Digitalizzazione della Cartografia Storica della Sardegna e suo inserimento nel Sistema Informativo Territoriale Regionale della Sardegna) è un progetto di valorizzazione che ha portato alla creazione di uno strumento innovativo volto alla fruizione della cartografia storica per scopi culturali e insiemi tecnico-scientifici.

CARSTOS è infatti diretto ad una pluralità di utenti: storici locali e non, professionisti quali per esempio ingegneri, geologi, ambientalisti, topografi, geometri o semplicemente chi, per lo svolgimento della propria attività lavorativa, compie operazioni sul territorio.

Il progetto è frutto della collaborazione tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Autonoma della Sardegna che ha portato, il 30 settembre 2005, alla stipula dell’Accordo di Programma Quadro (APQ) relativo al settore dei beni culturali sardi, per il quale sono stati utilizzati finanziamenti (risorse FAS) disposti con Delibera CIPE 20/2004, complessivamente € 300.000,00.

L’Archivio di Stato di Cagliari, responsabile scientifico del Progetto, nell’ambito più generale della tutela e valorizzazione del patrimonio documentario e della promozione dell’identità culturale della Sardegna, con il progetto CARSTOS ha inteso inserirsi appieno nei programmi e nelle linee strategiche della condivisione della conoscenza, della gestione dei servizi e della messa in rete, attuando la prosecuzione della digitalizzazione e della descrizione della cartografia storica regionale, già avviata e realizzata per la parte centro meridionale dell’isola con il progetto nazionale IMAGO 2.

Il lavoro, effettuato nel biennio 2006-2008 ha seguito due direzioni:

  1. realizzazione di una base informativa
  2. sviluppo del sistema di gestione delle informazioni.

Per quanto riguarda il primo punto, oggetto dell’intervento sono state le mappe elaborate dal Real Corpo di Stato Maggiore Generale nella Sardegna settentrionale nel decennio 1841-1851, sotto la direzione del generale ingegnere Carlo de Candia e conservate nell’Archivio di Stato di Sassari.

Il materiale interessava 81 Comuni per un totale di 1697 carte. La prima operazione è stata la digitalizzazione in formato tiff, per la conservazione, e in jpg per la consultazione on-line; ad essa è seguita la descrizione multilivellare (fondo, serie, unità archivistica e unità documentaria) secondo gli Standard internazionali e i metadata EAD (Encoded archival description) con il metalinguaggio XML.

Alla fase descrittiva si è affiancata la georeferenziazione: sono state infatti stimate le coordinate geografiche di tutti i quadri di unione della cartografia storica per consentirne l’inserimento all’interno del SITR; gli stessi quadri sono stati poi ricondotti ai formati vettoriali DWG, DXF, DGN.

Per quanto riguarda il secondo punto, è stato realizzato un sistema di gestione affidato ad un software composto da due applicativi: uno in ambiente CAD che consente di visualizzare i quadri di unione georeferenziati, i quadri vettoriali, le carte convertite in formato DGN e la sovrapposizione della Cartografia Storica alla Carta Tecnica Regionale, l’altro in ambiente GIS che consente la sovrapposizione di più strati informativi, la loro consultazione e il raffronto con le informazioni contenute all’interno dell’architettura regionale.

La gestione delle informazioni è stata completata all’interno del sito dedicato a CARSTOS con un sistema di consultazione e di navigazione che permette la visualizzazione della cartografia storica di tutta la Sardegna con una ricerca di tipo archivistico, ossia partendo dal soggetto produttore o dal conservatore, oppure selezionando i Comuni o digitando un toponimo o un antroponimo, utilizzando degli appositi "help" o sistemi di ricerca preimpostati.

 

Motore di Ricerca CARSTOSCARSTOS - Motore di Ricerca
Il motore di ricerca Carstos consente di reperire le unità cartografiche di interesse attraverso tre modalità. La prima definita Ambito è di tipo strettamente archivistico e consente la navigazione all’interno dei singoli fondi documentari. La seconda modalità per Contenuti è organizzata per Toponimi, Antroponimi e per Testo libero. La terza modalità è relativa alle Coordinate geografiche.
Vai al Motore di Ricerca CARSTOS>

 

 

 

WebgisCARSTOS - Webgis
Un WebGIS è l'estensione al Web degli Applicativi Gis nati e sviluppati all'interno del progetto CARTOS per gestire la Cartografia Storica della Sardegna. Tramite i sistemi WebGIS, le applicazioni GIS sviluppate in maniera tradizionale, possono essere gestite e consultate tramite il Web, è possibile in tal modo creare una interazione continua e attiva tra utente e banca dati Cartografica dell'Archivio di Stato di Cagliari. Tale Catografia risulta coerente gli standard indicati dalla Regione Sardegna e utilizzabile  in interazione con i prodotti del Sistema Informativo Territoriale Regionale e del Piano Paesagistico Regionale. Il WeGIS è stato realizzato utilizzando i software opensource MapGuide e Apache.
Vai al Webgis > 

 

 

 
nuclear medicine thyroid scanbuy levaquinfree apps for tablets for kidscomprar viagraanti inflammatory pillbuy azithromycin onlinehealth benefits of ginger teatetracycline onlinepreventive medicine residency programsbuy metronidazoleglasses prescriptioncialiscraven county health departmentviagradrug emporium lubbockpurchase dapoxetine australia